Aug 12 2011

HelpSemaforoQuesto semaforo indica il livello difficoltà del post
semaforo giallo - articolo avanzato

IMPORTANTE modifica al calcolo delle visite in GA!

ATTENZIONE! A partire da ieri Google Analytics introduce una modifica al calcolo delle sessioni di visita. Questo avrà sicuramente un impatto – maggiore o minore a seconda della vostra tipologia di traffico/utenti – di cui dovrete tenere conto: vi consiglio di mettervi una annotazione come promemoria, in modo da rendere più semplice l’eventuale debug. Vediamo cosa cambia esattamente:

Da sempre una nuova sessione in GA viene generata se si soddisfa una delle seguenti tre condizioni:

Con il nuovo metodo di calcolo invece le condizioni diventano:

  • trascorrono più di 30 minuti dall’ultima pagina vista (oppure trascorre il tempo che avete specificato nella funzione _setSessionCookieTimeout)
  • scocca la mezzanotte
  • Quando la fonte di traffico cambia

ATTENZIONE: non fate l’errore, leggendo il blog ufficiale, di pensare che siccome hanno scritto la lista dei parametri interessati la cosa si applichi solo alle campagne o agli annunci AdWords: ho fatto alcune prove e vi posso confermare che la nuova sessione viene creata SEMPRE, se la fonte cambia. Quindi, tanto per fare alcuni esempi pratici:

  • L’utente arriva sul vostro sito direttamente, esce e ci ritorna subito dopo da un referrer: due visite (prima se non chiudeva il browser era una sola)
  • L’utente arriva sul vostro tramite una ricerca su google, esce e ci rientra con un’altra ricerca, keyword diversa: due visite (prima era una visita, e la seconda keyword aveva 0 visite)
  • L’utente arriva sul vostro sito tramite un annuncio AdWords, esce e ci ritorna tramite un altro annuncio AdWords, un referrer, una campagna, una ricerca su un motore di ricerca: due visite
  • L’utente arriva sul vostro sito in qualsiasi modo, chiude il browser, lo riapre entro trenta minuti e arriva direttamente: una sola visita (prima se chiudeva il browser erano sempre e comunque due visite distinte)

Questo modo nuovo di conteggiare le visite potrebbe provocare variazioni nei vostri livelli di traffico, e avere impatto sulla media di pagine per visita e sulla percentuale di nuovi vs returning, ad esempio. Di certo gioverà all’analisi tramite Funnel Multichannel, e tanto per fugare subito un dubbio lecito, avrà effetto solo sulle visite effettuate da ieri, i dati vecchi non saranno toccati (motivo per cui suggerisco nuovamente di impostare una annotazione).

Condividi l'articolo:

23 Commenti

  1. Impostata annotazione con link a questo post 😉

  2. Sarà un caso la coincidenza con il rilascio “massiccio” di Google Panda? noooooo 🙂

  3. Ottimo post, messa anch’io l’annotazione con link all’articolo 🙂
    Tra una padella, un coltello ed una ricetta, la lettura dei tuoi post è sempre interessante 🙂

  4. Ottimo post come sempre, Marco, e aggiunta anch’io l’annotazione con link all’articolo.
    Concordo inoltre con Pierpaolo sulla “coincidenza” con Google Panda anche da noi…

  5. Ciao, avevo notato delle anomalie in analytics in questi ultimi giorni e sono subito venuto a cercare la risposta qui :-).
    La domanda sorge spontanea: come posso valutare se l’aumento di traffico è dovuto alla nuova modalità di conteggio di analytics oppure ad un miglioramento dovuto (magari) al panda update o a dei miglioramenti in serp?
    La metrica dei visitatori unici si può ancora ritenere affidabile?

  6. assolutamente si, il conteggio degli unici non è cambiato!!

  7. Perfetto. Ho notato un significativo cambiamento nel tempo medio sul sito e nel bounce rate (mentre il tempo medio sulla pagina è rimasto pressochè invariato). La variazione dipende da questa nuova modalità di conteggio di Analytics o dipende solo dal mio sito?Nel primo caso come vanno interpretati i nuovi valori ? Sono più attendibili dei precedenti?
    Grazie

  8. “attendibili” significa che in uno dei due casi essi erano imprecisi. Invece è solo variata la modalità di calcolo, per cui l’attendibilità non è in discussione.

  9. ok, probabilmente non mi sono spiegato bene… Fino a giovedì il tempo medio sul sito superava i 3 minuti e 30 e il bounce rate era del 20%… da venerdi a ieri il tempo medio sul sito è inferiore ai 2 minuti (circa la metà) e il bounce rate è aumentato fino a circa il 50%. Quello che volevo capire è quanto tempo effettivamente trascorrono i visitatori sul sito o meglio se è più preciso il nuovo o il vecchio… Spero di essere stato più chiaro 🙂 …

  10. Marco, scusami, vorrei una conferma sulle conseguenze del cambio di modalità.
    Se non sbaglio il bounce rate è calcolato utilizzando la sessione.
    Ora a 3 visite da motore di ricerca (con 3 kw differenti) corrispondono 3 sessioni diverse. Ipotizziamo che l’utente visualizzi una sola pagina per ricerca.
    Con il vecchio metodo avevo un tempo di visita per sessione dato dalla somma delle 3 visite, mentre ora ho 3 visite separate (e conseguentemente anche il bounce rate aumenterà parecchio)?

  11. nemmeno io forse riesco a spiegarmi. Nessuno dei due “è più preciso”. Hai valori diversi perché il modo di conteggiare le visite è diverso. Quanto tempo passano sul tuo sito in media? il valore che ti dice GA, tenendo conto che adesso hai PIU’ visite rispetto a prima. Stesso discorso per il bounce rate: evidentemente se adesso per ogni visita vede solo una pagina, hai tre bounce.

  12. Forse ho capito. Allora adesso ho più visite semplicemente perchè ora 3 accessi (alle pagine A,B,C) dello stesso utente (uno per ogni ricerca) sono contati come 3 visite mentre prima erano contati come una sola. Di conseguenza diminuisce anche il tempo trascorso sul sito per singola visita.
    Ho visite più brevi ma più frequenti.
    In teoria sommando i tempi trascorsi su queste 3 pagine (A+B+C) dovrei ottenere il valore che riscontravo fino a qualche giorno fa? Giusto? 🙂

  13. se avessi solo quei tre utenti probabilmente si. Invece hai molti utenti, e quello è un tempo MEDIO.

  14. ok, perfetto. Ti ringrazio delle spiegazioni

  15. Scusate ma i “3 accessi (alle pagine A,B,C) dello stesso utente (uno per ogni ricerca)” sono sempre conteggiati come 1 visita e come un utente unico. Infatti in questo caso la fonte non cambia (ovviamente presupponendo che un utente utilizzi sempre lo stesso motore di ricerca).
    In ogni caso questa novità mi sembra un boiata…

  16. invece cambia. Te ne puoi rendere conto guardando cosa succede al cookie __utmz e a __utma

  17. Ciao Marco,
    è un po’ di tempo che mi succede una cosa strana, che forse potresti spiegarmi: GA spesso ma non sempre, mi indica un numero di “visitatori unici” MAGGIORE rispetto alle “visite” (circa un 10%).
    Io non so darmi una spiegazione e non si tratta di un evento rarissimo (e quindi magari un errore).

    Grazie in anticipo e complimenti per i post.

    Andrea

  18. Ciao Marco,
    sto facendo alcune prove per capire l’impatto di questa modifica ed ho visto che se il secondo accesso avviene da semplice referrer (no organic, no campagna) il valore di utmz non cambia. Potrebbe avere a che fare con quel tuo lontano post dell’ottobre 2008 sulle tabelle di conversione.. che ne dici?

  19. direi che non è cambiato niente da allora 🙂

  20. Grazie! Mi serviva una conferma da chi ne sa più di me 😉
    Vale

Trackbacks

  1. Google Analytics rivoluziona il concetto di VISITA | cd /var/(b)log/ - Il Blog di Tommaso Galli
  2. ga:organicsearches nelle API • Google Analytics in 30 secondi
  3. Transiti su pagine non taggate • Google Analytics in 30 secondi

Scrivi un Commento