Jan 22 2009

Migliorare il tracciamento SEO

autore: categoria: filtri tag: , , ,

Il post precedente ha riscosso un certo interesse nel mondo dei SEO e di chi fa web analytics. Una delle critiche più grandi mosse al metodo riportato è che non è molto chiaro che start=30 non significa pagina 30, ma pagina 2. Per questo motivo Damon Gudaitis ha scritto alcuni altri filtri per sistemare la cosa. Purtroppo il grado di complicazione introdotto non giustifica sempre lo sforzo richiesto, per cui il mio consiglio è di procedere solo se non siete soddisfatti del metodo precedente e se leggendo questo post avrete tutto chiaro.

Il “metodo Damon” estende il tracking anche a Yahoo e MSN. Vi traduco le istruzioni step-by-step, da applicare naturalmente sempre ad un profilo copia:

Filtrare solo il traffico organico:

  1. selezionare la gestione filtri dalla schermata principale
  2. cliccare su aggiungi filtro
  3. assegnare al filtro il nome Traffico Organico
  4. scegliere filtro personalizzato dal menu a tendina e selezionare includi
  5. nel Campo filtro selezionare Mezzo della Campagna
  6. nel Pattern filtro inserire organic
  7. applicare il filtro al profilo-copia desiderato
  8. salvare le modifiche

Restringere il profilo a Google, Yahoo e MSN:

  1. cliccare aggiungi filtro
  2. assegnare al filtro il nome Visitatori da motori di ricerca
  3. scegliere filtro personalizzato dal menu a tendina e selezionare includi
  4. nel campo filtro selezionare Referral
  5. nel Pattern filtro inserire (google|yahoo|msn|live)\.[a-z]+
  6. assegnare il filtro al profilo-copia desiderato
  7. salvare le modifiche

Estrarre le informazioni desiderate dalle SERP di riferimento:

  1. cliccare aggiungi filtro
  2. assegnare al filtro il nome Search Ranking
  3. scegliere filtro personalizzato dal menu a tendina e selezionare avanzato
  4. Campo A -> Estrai A, selezionare Termine Campagna e inserire (.*)
  5. Campo B -> Estrai B, selezionare Referral e inserire (\?|&)(start|first|b)=([^&]*)
  6. Output in -> Constructor, selezionare Definito dall’utente e inserire $A1 | pagina: $B3
  7. applicare il filtro al profilo-copia desiderato
  8. salvare le modifiche

Formattare correttamente la pagina 1:

  1. cliccare aggiungi filtro
  2. assegnare al filtro il nome Pagina 1
  3. scegliere filtro personalizzato dal menu a tendina, poi selezionare Cerca e sostituisci
  4. Campo filtro, selezionare Definito dall’utente. Cerca stringa, scrivere pagina:$
  5. Sostituisci stringa, scrivere pagina: 1
  6. applicare il filtro al profilo-copia desiderato
  7. salvare le modifiche

Formattare correttamente le pagine 2,3, eccetera:
[la ragione per cui le espressioni regolari comprendono 10 e 11, ad esempio, è che Google fa iniziare pagina 2 dal risultato #10, Yahoo e MSN invece dal risultato #11]

  1. per ogni pagina che si vuole tracciare, cliccare aggiungi filtro
  2. assegnare al filtro il nome Pagina 2 (o 3, 4, eccetera…)
  3. scegliere filtro personalizzato dal menu a tendina, poi selezionare Cerca e sostituisci
  4. Campo filtro, scegliere Definito dall’utente
  5. Cerca stringa, inserire pagina: 1[0-1]$ (o pagina: 2[0-1]$ per pagina 3, pagina: 3[0-1]$ per pagina 4 ecetera…)
  6. Sostituisci stringa, inserire pagina 2 (o pagina 3 eccetera…)
  7. applicare il filtro al profilo-copia desiderato
  8. salvare le modifiche

Ordine dei filtri:
Mai come in questo caso l’ordine dei filtri è importante; i filtri che riformattano i numeri di pagina vanno in rigoroso ordine numerico crescente, pena il caos.
L’ordine dei filtri funzionante è questo:

– Traffico Organico
– Visitatori da motori di ricerca
– Search Ranking
– Pagina 1
– Pagina 2
– Pagina 3, eccetera…

La soluzione non mi fa impazzire di gioia, se ricevete visite anche da pagina 12 delle SERP avrete bisogno di 12 filtri per riformattare correttamente i numeri di pagina, ma d’altronde i filtri cerca e sostituisci non sono così versatili da includere una regular expression unica che modifichi tutto. Se proprio sentite l’esigenza di avere i numeri di pagina corretti, questo è quel che dovete fare…

Condividi l'articolo:

4 Commenti

  1. Trovo molto interassante il blog tuttavia io sono un neofita sull’argomento. Ho provato ad applicare alla lettera le istruzioni che fornisci e mi sarei aspettato di vedere nel report delle keyword un valore tipo “scarpe | pagina: 20 50 30” ovvero 3 rank, uno per ogni MdR. Invece vedo qualcosa tipo “scarpe | pagina: 20”, con un unico rank. Perchè? Dove vedo il rank di Yahoo e Bing?

  2. innanzitutto se hai seguito ALLA LETTERA le istruzioni ti manca bing, che al tempo non era contemplate. Comunque una visita può venire solo da un motore, e i filtri vengono applicati ad ogn visita, quindi ogni ad keyword è assegnata una pagina, ma le keyword sono aggregate. Tuttavia puoi usare la dimensione secondaria per discernere il motore di riferimento, o al contrario farti dei segmenti avanzati, o passare dal report dei motori di ricerca e usare la keyword come dimensione secondaria.

Trackbacks

  1. SEO report in Google Analytics · Google Analytics in 30 secondi
  2. Cambiare l’ordine dei filtri su Analytics · Google Analytics in 30 secondi

Scrivi un Commento