Dec 09 2009

Regalo di Natale da Google Analytics

autore: categoria: generale tag: , ,

Anche io inizio a far fatica a stare dietro agli aggiornamenti del nostro sistema di web analytics preferito, e vi garantisco che ho innumerevoli fonti che leggo spessissimo. Basta distrarsi un giorno e gli ingegneri di Mountain View lanciano nuove funzionalità, aggiornano l’interfaccia, fanno annunci. Vediamo quindi cosa troveremo nel pacchetto che Google Analytics ha deciso di lasciarci sotto l’albero di Natale:

  • Annotazioni: ne aveva già parlato Enrico sul blog di TSW, ma volevo aspettare un post ufficiale. Si tratta di una funzionalità richiesta a gran voce da molti, specie quando si usa GA in team grandi o geograficamente distribuiti. Si tratta di poter aggiungere annotazioni, etichette, scritte, direttamente sui grafici, in modo che sia chiaro a tutti cosa è successo in un dato punto del grafico, oppure che si possa aggiungere un promemoria per una analisi successiva o annotare un down del server. Che siate del reparto marketing, vendite o tecnici informatici, troverete questa funzione molto utile per far sapere a tutti coloro che hanno accesso al profilo cosa succede ai dati.
  • Variabili personalizzate nei segmenti avanzati: vi sarà finalmente la possibilità di utilizzare le nuove variabili personalizzate (di cui parleremo a breve) per definire segmenti basati sui dati in esse contenuti.
  • Variabili personalizzate nei report personalizzati: come conseguenza del punto precedente, le variabili personalizzate appariranno anche nell’interfaccia di creazione dei rapporti personalizzati, e saranno incrociabili con le altre metriche/dimensioni.
  • Nuovo processo di creazione del codice di monitoraggio: questo è interessante. Uno degli scogli più grandi nell’uso di alcune funzioni avanzate è il loro collocamento nello script di tracciamento, dopo aver capito quale fosse la funzione adatta allo scopo (l’esempio classico è il tracciamento multidominio o multisottodominio). D’ora in poi Google Analytics proporrà un processo di creazione del codice guidato, e rispondendo ad alcune domande sarà possibile avere il codice già bello e pronto da incollare. Come bonus c’è la possibilità di inviare per email il codice finito.
    nuovo processo di creazione del codice di monitoraggio
    [immagine di Google]
  • Nuova versione delle API: per ora solo un annuncio, le novità devono essere così corpose che stanno preparando un post a parte solo per le API

Che ne dite, Babbo Natale Analytics è stato buono con noi quest’anno? 😉

Condividi l'articolo:

9 Commenti

  1. WOW

    Io aspetto con ansia le API !!

    Appena sai qualche cosa facci sapere.

    Grazie.

  2. Ciao, volevo usare le annotazioni ma nel mio Analytics non appare il menù a tendina. Bisogna fare qualche cosa di particolare per attivare questa funzione o basta aspettare che venga implementata nei vari account?

  3. devi aspettare. Nemmeno io – purtroppo – le vedo ancora 🙂

  4. Anch’io non le vedo. Cosa si deve aspettare? Perchè alcuni li vedono e altri no?

  5. perché l’attivazione è graduale, come spesso accade in GA

  6. Ciao Marco.
    A proposito del codice monitoraggio multidominio, ho notato una strana situazione in un cliente.

    In pratica lui ha diversi siti:
    pippo.com
    pippo.it
    pippo.de
    pipp.fr
    etc…

    Nel .com utilizza il codice di tracciamento del relativo account analytics, nei vari nazionali utilizza sia il codice dell’account rispettivo che quello del .com. In pratica ci sono proprio 2 script!

    La motivazione fornitami è che sul .com vuole avere un aggregato di tutti i siti. Secondo te è un approccio corretto? Non sarebbe indicato utilizzare il codice multidominio?

    Grazie anticipate per la risposta 🙂

  7. quella è una tecnica nota, si chiama “account rollup”, e dipende dalle esigenze del cliente

  8. Ora è nota anche a me. Grazie Marco 🙂

Trackbacks

  1. Tweets that mention Regalo di Natale da Google Analytics • Google Analytics in 30 secondi -- Topsy.com

Scrivi un Commento