Jan 03 2010

Segmenti avanzati vs. filtri sul profilo

Il sempre ottimo Brian Clifton mette in piazza la sua personale visione sulle modalità di scelta tra segmenti avanzati e profili-clone con filtri, visto che le due cose sono molto simili e ultimamente tendono a sfumare l’una nell’altra: Brian considera i profili-clone come una segmentazione “di lunga durata”, destinata a durare nel tempo e destinata a una categoria di visitatori piuttosto importanti, dato che quelli esclusi dal filtro sono persi per sempre (nel solo profilo-clone, ovviamente).

Ecco una comparazione puntuale:

Segmenti avanzati

Filtri sui profili

Modificano un report al livello della visita

modificano i dati in ingresso al livello della pagina vista

Applicati ai dati correnti e passati.

Applicati solo ai dati in arrivo dopo la creazione del filtro.

Risultati istantanei – fatto il segmento si vedono già i dati.

Destinati a usi di lungo periodo, il segmento non dovrebbe variare.

Permettono l’uso di valori condizionali, ad esempio più grande di, meno di….

Supportano solo stringhe di testo, niente condizioni basate sui numeri.

Creati dagli stessi utenti del report, nessun dato può andare perso.

Creati dagli utenti con accesso da amministratore, perché potenzialmente distruttivi rispetto ai dati.

Ottimo banco di prova.

Impiegano 3-4 ore per popolare il primo report.

Combinano le istruzioni in un solo passaggio.

Usano filtri a cascata per combinare diverse istruzioni.

Creati in base all’utente. I segmenti possono essere condivisi ma non possono essere usati per nascondere dati.

Creati in base al profilo., quindi l’accesso ai dati segmentati può essere controllato

Le espressioni regolari non sono limitate, anche le istruzioni combinate per creare un segmento non possono superare i 30.000 caratteri

Le espressioni regolari sono limitate a 255 caratteri.

Brian quindi dice di usare i filtri sui profili per filtrare il “rumore” permanente (visite interne), quando il segmento definito è destinato ad essere usato per lungo tempo o quando c’è bisogno di controllare l’accesso ai soli dati segmentati.
Di contro, usate i segmenti avanzati quando state cercando di capire i differenti comportamenti di alcune fasce di utenti, visite da social network, visite da mobile, o se i clienti acquisiti navigano diversamente dai potenziali clienti, oppure quando c’è bisogno di condizioni basate su valori numerici (visite di persone che hanno speso più di 100 dollari per transazione e che restano sul sito almeno 30 secondi).

Direi che mi trovo sostanzialmente d’accordo con Clifton, e che già ora è questo l’uso che faccio dei segmenti avanzati e dei filtri applicati a profili-clone, anche se ultimamente mi è capitato molto meno di creare filtri al profilo. Potrebbe dipendere dalla tipologia di siti che analizzo, indubbiamente, ma non è detto. Capita anche a voi?

Condividi l'articolo:

11 Commenti

  1. Ho l’impressione che l’unico vero motivo per prefeire i filtri sul profilo ai segmenti avanzati, oltre alla eliminazione del rumore di fondo, sia riassunto nella prima riga della tabella: modificare un report al livello della visita / modificare i dati in ingresso al livello della pagina vista.Quando hai bisogno di dati accurati a livello di pageview i filtri sul profilo sono indispensabili.
    Personalmente li uso il meno possibile perché la non reatroattività è un limite davvero enorme.

  2. Ciao Marco,
    sono finito su questo post perchè devo risolvere un problema con i segmenti avanzati. Nello specifico mi sono accorto che riportano solamente dei dati di esempio con dei margini di errore piuttosto elevati (anche 13%).

    Mi chiedo, per avere dei dati il più accurati possibile non è ancora obbligatorio ricorrere ai profili-copia? E’ possibile fare analisi dettagliate con i segmenti o sono più utili per individuare possibili trend?

    Grazie

  3. di solito i dati di esempio ci sono con grossi volumi di traffico. A me non è mai capitato con i segmenti. Di che volumi stiamo parlando?

  4. in effetti i volumi sono piuttosto elevati, oltre 500.000 visite mensili e più di 3 milioni di pagine viste. Ma anche andando a segmentare una piccola parte di traffico (10.000 visitatori annui) non riesco con precisione ad ottenere i dati desiderati…

    dici quindi che è solo una questione di “troppo traffico”?
    ritornano in gioco i profili-copia?

  5. oltre i 10.000 visitatori Analytics fa sempre il sampling nei report!
    http://code.google.com/apis/analytics/docs/concepts/gaConceptsSampling.html#reportSampling

    temo che quindi nemmeno il profilo-copia possa aiutarti

  6. Ho trovato un documento sul support di GA, sui segmenti avanzati.

    I segmenti non hanno la caratteristica di essere basati sulle visite?
    Quindi risulta impossibile lavorare con ExpReg sull’URL…oppure c’è un modo.

    Per esempio, sto pensando ai filtri utilizzati per accoppiare le keyword con le pagine dei motori di ricerca… ?

    http://www.google.com/support/forum/p/Google+Analytics/thread?tid=6890a038c893bb15&hl=en

  7. i segmenti sono basati si sulle visite, ma come spiega bene John di Lunametrics nel link che fornisci, puoi fare un filtro sulle URL ottenendo come risultato un segmento che isola tutte le visite in cui quell’url è stato una pagina vista, E NON solo le visite a quella pagina.

  8. Certo. Quindi i filtri sono indipendenti, mentre i segmenti dipendono (in qualche modo) dai filtri ?

  9. Ciao,
    volevo chiederti 1 informazione,
    come mai se creo un filtro
    Includi > Pagina > Contenente > edu
    mi appare come risultato 28.635 pagine
    mentre se creo un segmento avanzato:
    Includi > Pagina > Contentnte > edu
    mi appare un risultato di 70.401 pagine
    e in queste mi include anche index.asp e contattaci.asp nella lista?

    Grazie del tuo aiuto.
    Daniea.

  10. guarda i commenti numero 6 e 7, qui sopra 🙂

Trackbacks

  1. Tweets that mention Segmenti avanzati vs. filtri sul profilo • Google Analytics in 30 secondi -- Topsy.com

Scrivi un Commento