Jul 17 2014

HelpSemaforoQuesto semaforo indica il livello difficoltà del post
semaforo giallo - articolo avanzato

client-ID o CRM-ID?

autore: Marco Cilia categoria: codice di monitoraggio tag: ,

Qualche giorno fa Justin Cutroni ha scritto un bel post sull’integrazione dei dati offline con quelli di traffico online: ve ne consiglio la lettura perché è piuttosto interessante.

Quel che mi ha colpito è stato l’approccio, con cui per una volta non sono d’accordo, e in particolare mi riferisco alla frase “What we need to do is extract the client ID value from the Google Analytics cookies and pass it to your CRM system” (trad: quel che dobbiamo fare è estrarre il client ID da Google Analytics e passarlo al nostro CRM).

Il client ID è l’identificativo univoco che Google Analytics crea di sua spontanea volontà: su GA classico si trova dentro al cookie __utma, su Universal si trova dentro all’unico cookie che viene creato, __ga
Il problema dell’approccio di Justin, è che non risolve affatto il problema del cross-device. Se infatti estraggo il mio clientID da qusto browser, ottengo un valore. Se cambio browser e visito lo stesso sito, ottengo un altro valore. Seguendo il suggerimento del post di Justin, anche se mi identifico (ad esempio loggandomi), il CRM ottiene due valori diversi. Deve salvarli entrambi? deve salvare solo l’ultimo? non si sa.

Se Google Analytics e il CRM si “parlano”, allora ritengo più intelligente fare esattamente l’opposto: usare il CRM-ID per sovrascrivere il clientID di GA. In effetti non lo si sovrascrive, ma ci si “appiccica” sopra. Per farlo si usa una sintassi di questo tipo


ga('create', 'UA-XXXX-Y');
ga('set', '&uid', 'CRM-ID');   
ga('send', 'pageview');

In questo modo il CRM non deve preoccuparsi di registrare un campo nuovo, possiamo usare lo stesso i report cross device, abbiamo direttamente in piattaforma un ID facilmente riconducibile (per il possessore del dato) all’identità dell’utente, che possiamo usare per segmentare, fare remarketing o estrazione di dati.