Oct 25 2016

HelpSemaforoQuesto semaforo indica il livello difficoltà del post
semaforo verde - articolo per tutti

GA nel Magic Quadrant di Gartner

autore: Marco Cilia categoria: generale tag: ,

Stavo cecando notizie sull’aggiornamento del report Forrester Wave, dovrebbe essere il periodo, ma non ne ho cavato un ragno dal buco. Ho invece trovato l’analogo Gartner Magic Quadrant aggiornato a Ottobre 2016 su questa pagina di Adobe: nel magic quadrant di Gartner le assi sono “completezza di visione” e “abilità nell’esecuzione” e i tre leader indicati sono SAS, Adobe e Google. In particolare Google è tra tutti i vendor considerati, quello con la completezza di visione migliore in assoluto.

Non ho scaricato il report intero, ma è facile immaginare che dietro questo successo ci siano i fattori chiave che apprezziamo da sempre: facilità, integrazione totale, velocità di aggiornamento, scalabilità della soluzione.

Purtroppo i due report sono diversi tra loro, e non è facile andare in continuità. Webtrends ad esempio era un leader nel Forrester 2014 ma è un player di nicchia nel nuovo Gartner. Altri vendor compaiono solo in uno dei due. In ogni caso il progresso di Google Analytics negli anni è evidente, e nonostante le polemiche che questo tipo di report si portano dietro è indubbio che nel corso degli anni la posizione dello strumento sia cresciuta sotto ogni punto di vista e guardando ogni genere di report. E’ questo è sicuramente un bene per gli utenti.


Sep 03 2014

HelpSemaforoQuesto semaforo indica il livello difficoltà del post
semaforo verde - articolo per tutti

Il posizionamento di GA secondo gli utenti

autore: Marco Cilia categoria: generale tag:

Qualche tempo fa abbiamo detto del report Forrester Wave 2014, e delle polemiche che ne sono scaturite (che tra l’altro non si sono sopite, dato che Brian Clifton recentemente ci è tornato sopra).

TrustRadius invece adotta un approccio opposto, e attraverso un panel di utenti ha ricostruito – incrociando diffusione e punteggi – una situazione leggermente diversa: prima di tutto le domande sono poste ad aziende di qualsiasi dimensione, in secondo luogo i tool non sono scremati all’inizio (motivo per cui compare anche Piwik, ad esempio). Ebbene, in questa situazione il leader nel settore small business è Google Analytics free, insieme a StatCounter e Piwik.

Per le medie imprese (“medie” nel metro americano, ovvero fino a 500 dipendenti) invece il leader è Google Analytics free, mentre Adobe si posiziona secondo, esattamente sulla linea mediana dei punteggi (4,3 su 5). Nel segmento enterprise il leader è sempre e comunque Google Analytics Free, Adobe è di nuovo sulla linea mediana (4,1 su 5) e Google Analytics Premium è sulla stessa mediana di punteggio, solo meno diffuso. Gli altri big del settore secondo il report di Forrester? IBM e Webtrends più diffusi di GAP ma con punteggi molto inferiori, AT internet è strong performers per punteggio, ma è comunque inferiore a GA free, mentre SAS non è nemmeno menzionato.

Ovviamente l’ottimo sarebbe un’analisi che prendesse dati da entrambi i report, perché ad ognuno manca un pezzo e quindi arrivano a conclusioni differenti.

Forrester, I’m sure, would beg to differ, identifying “the six most significant software providers in the category” as Adobe, AT Internet, Google, IBM, SAS Institute, and Webtrends.

The TrustRadius report profiles all of those providers, minus SAS Institute, and adds comScore, GoSquared, KISSmetrics, Mixpanel, Piwik, StatCounter, and Woopra.

Però è sempre bene avere altri punti di vista, no? 🙂


May 16 2014

HelpSemaforoQuesto semaforo indica il livello difficoltà del post
semaforo verde - articolo per tutti

E’ uscito il report Forrester WA Q2 2014

autore: Marco Cilia categoria: generale tag:

Giusto qualche settimana mi domandavo come mai non aggiornassero da tempo il report Forrester sulla Web Analytics: l’ultima volta che ne ho parlato era fine 2011.

[edit: l’immagine la trovate qui
https://plus.google.com/u/0/+StephaneHamel/posts/GfeZstmQb6y
e nei commenti qui
http://blog.webanalyticsdemystified.com/weblog/2014/05/the-recent-forrester-wave-on-web-analytics-is-wrong.html

Forrester mi ha intimato di rimuovere le immagini dal blog :-/ ]

Google Analytics (è stata valutata soltanto la versione Premium) si trova esattamente nella stessa posizione di due anni fa: il leader del mercato è ora Adobe, mentre IBM arretra come Webtrends. ComScore non è stato preso in considerazione, AT internet diventa un leader ( !! ), Yahoo non esiste più ed è stato sostituito da SAS. Per i numeri alla base delle valutazioni potete fare riferimento a CMSwire, dove c’è un riassunto dei punti di forza di ogni tool

[sempre perché Forrester mi ha intimato di rimuovere ogni loro immagine dal blog]

ma più interessante mi sembra questo post di Blair Reeves che tra l’altro dice che per essere inclusi nel report quest’anno ci volevano 20 milioni di dollari di revenue, contro i 10 di due anni fa, e anche di un “tangibile e continuo investimento in staff”. Chi non ha i requisiti non può far parte del report.

Ora, con tutto il bene che posso volere a Google Analytics, di sicuro non mi sognavo di vederlo in alto a destra e sopra agli altri: so ancora riconoscere quali siano i suoi limiti a confronto, ad esempio, con un Adobe (ancorché riesca a vedere all’opposto i limiti di Adobe rispetto ad alcuni aspetti di GA, ovvio). Ma da qui a vederlo “sotto” ad AT internet o comScore ce ne passa parecchio, c’è sicuramente qualcosa di sbagliato nelle valutazioni.

Il voto più basso per GA è in “data handling”, mentre a me sembra che la manipolazione dei dati sia assolutamente uno dei suoi punti di forza. In proposito vincono IBM e Adobe. Il voto più alto di GA è in “Employees”, ma che senso ha valutare gli impiegati valutando un tool?

Secondo voi questa ricerca è veritiera?


Oct 12 2011

HelpSemaforoQuesto semaforo indica il livello difficoltà del post
semaforo giallo - articolo avanzato

La crescita di Google Analytics – 2011

autore: Marco Cilia categoria: web analytics tag: ,

Circa due anni fa feci un post a proposito della ricerca di Forrester’s Research sui vendor di web analytics.
Da non molto è uscito l’aggiornamento, che ovviamente ha sempre un costo non trascurabile di 2495 dollari, addirittura più di due anni fa.

Quel che interessa a noi tutto sommato è però l’abstract, disponibile gratuitamente e che vi metto direttamente a disposizione sul mio blog, nel quale c’è il famoso grafico a onde con la situazione aggiornata dei vendor di sistemi di web analytics. Rispetto al 2009 i vendor sono sette, perché IBM ha comprato sia Unica che Coremetrics. I due leader supremi del settore sono Adobe (cioè Omniture) e appunto IBM, addirittura in vatanggio (l’angolo in alto a destra è il vertice della classifica). Secondo Forrester Webtrends è un po’ sceso nell’offerta, cosa che mi lascia perplesso perché Webtrends 10 ha un pacchetto di tutto rispetto per il tracciamento a 360°, e Google Analytics rimane lì dov’era, cioè è uno Strong performer e non un Leader.

[Per l’immagine fate riferimento qui
http://www.cmswire.com/cms/information-management/forrester-wave-q4-2011-fragmenting-enterprise-cms-12-firmstargeted-content-013354.php
dato che Forrester mi ha intimato la rimozione della parte grafica]

La valutazione si riferisce a prodotti presenti sul mercato nel secondo quadrimestre del 2011, ma non essendo specificate le date non possiamo sapere esattamente quali nuove features di Google Analytics sono state valutate e quali invece non erano ancora state annunciate. Comunque sia si legge testualmente quel che in molti pensano: “As the premium offering develops over time, it is reasonable to expect the gaps to shrink further “[man mano che l’offerta del prodotto Premium si svilupperà nel tempo, ci aspettiamo che colmerà il gap [con gli altri prodotti NdMC]”.

Per i più curiosi, ecco i parametri di valutazione: si noti che il prezzo non ha influenza sul posizionamento. Se da un lato è ovvio che una ricerca così non possa basarsi – anche – sul prezzo, è comunque indubbio che anche le grandi aziende un’occhiata al portafogli la diano, e che invece spesso per le medie è un fattore determinante per la scelta della soluzione di web analytics.

Per vedere Google in alto a destra quindi tutto rimandato al 2013!


Sep 20 2010

HelpSemaforoQuesto semaforo indica il livello difficoltà del post
semaforo verde - articolo per tutti

L’evoluzione dei vendor di web analytics

autore: Marco Cilia categoria: web analytics tag: ,

Quando l’anno scorso Adobe inglobò Omniture, nello stupore dei più, nessuno avrebbe mai potuto immaginare come sarebbe mutato il panorama della web analytics mondiale. Oggi il prodotto si chiama Adobe Online Marketing Suite, anche se è disponibile al vecchio indirizzo www.omniture.com, ma questa paradossalmente è ormai una notizia vecchia.

Il 15 giugno scosrso IBM ha comprato Coremetrics, e intende offrirlo come complemento alla propria suite di publishing Websphere. Non ancora sazia, il mese scorso si è comprata anche Unica, per 480 milioni di dollari.
Il 2 settembre, infine, ComScore si porta a casa l’olandese Nedstat. Tanto per non farsi mancare nulla, proprio oggi IBM ha comprato Netezza, leader dei sistemi di analytics per banche dati.

Se vi ricordate un post dell’anno scorso relativo al report Forrester sulla crescita dei sistemi di web analytics, noterete come degli otto marchi presenti nel 3 quadrimentre 2009 tre fossero nuovi ingressi. Bene, ad oggi altrettanti non esistono più come indipendenti e probabilmente i nomi verranno sostituiti dagli acquisitori. Di quella parte del report restano in gioco soltanto Yahoo Web Analytics, Google Analytics, AT internet (su cui punterei il dito se mi chiedessero “chi è il prossimo?”) e, incredibilmente, Webtrends. Dico incredibilmente perché non più di tre anni fa l’azienda era data per spacciata, i vertici erano quasi azzerati e non passava mese senza che si levasse qualche rumors di acquisizione. Invece oggi è viva e vegeta, e a quel che posso vedere cerca di cavalcare l’innovazione per recuperare il tempo perso negli anni scorsi).

Se però i grandi nomi comprano i “medi”, c’è speranza per i piccoli di entrare in quel report? diciamo nella parte bianca. E soprattutto, che balzo in alto farà Google Analytics sull’ordinata dell’offerta, dato che quando quel report fu creato non esistevano la maggior parte delle grandiose funzionalità di cui godiamo oggi? quanto manca all’uscita del prossimo report? 🙂


Aug 26 2009

La crescita di Google Analytics

autore: Marco Cilia categoria: web analytics tag: ,

confronto 07-09

Il mese scorso Forrester Research ha rilasciato un aggiornamento della sua valutazione su otto fornitori di soluzioni di web analytics, valutazione basata su 105 criteri che è sfociata in un report, dal costo non trascurabile di 1749 dollari.

Quel che però Marshall Sponder ci mostra è una comparazione dei due grafici “a onda” riferiti al terzo trimestre 2007 e al terzo trimestre 2009, in cui si nota il passaggio di campo di GA, che passa da “sfidante” a “solide performance” senza ancora essere un leader. Tra tutti i vendor considerati è quello che fa il balzo maggiore, sia verso destra (asse della strategia) sia verso l’alto (asse dell’offerta); altra cosa da notare è che degli otto fornitori originali del 2007, tre sono scomparsi (Visual Sciences HBX e Visual Site – acquistati da Omniture nell’ottobre 2007 – e ClickTracks) e sono stati sostituiti da AT Internet, Yahoo Web Analytics e soprattutto l’olandese Nedstat, che va direttamente tra i leader. Non si può certo dire che il mercato della Web Analytics non sia competitivo!

Qualche giorno dopo il rilascio del report, John Lovett è stato intervistato da Eric Peterson, e ci sono un paio di passaggi che vale la pena di commentare: il primo è quando dice che Forrester analizza insieme prodotti free e a pagamento semplicemente perché alle organizzazioni non dovrebbe importare troppo del costo dei prodotti di WA, ma dovrebbero preoccuparsi di più dei loro bisogni e di capire se questi strumenti li soddisfano (“if you’re not watching expenses by understanding the cost to benefit ratio of your Web analytics solution, you are acting irresponsibly“).
Il secondo punto è quando dice che i prodotti free, così come sono adesso, rappresentano solo la prima parte del processo di maturazione della web analytics cui stiamo assistendo: in futuro continueranno a mettere pressione ai vendor leader costringendoli a migliorare ancora (““free” will continue to disrupt the market by placing pressure for improvement on all vendors. Just look at the recent Webtrends product upgrade announcement – the majority of press around it cited a “look out Google Analytics” slant. Why the comparison…they’re worried! Fee-based vendors have even more to fear now that Yahoo! Web Analytics opened up its partner program.“).

Sono assolutamente d’accordo, e penso che se Google aprirà le sue API in modo bidirezionale (al momento infatti funzionano solo per esportare i dati), tra due anni lo ritroveremo sicuramente tra i leader accanto a Omniture, Webtrends e Unica.

[image by WebmetricsGuru]