Dec 07 2011

HelpSemaforoQuesto semaforo indica il livello difficoltà del post
semaforo verde - articolo per tutti

Caro Sole 24 ore…

autore: Marco Cilia categoria: generale tag: ,

Apprezzo molto che il mio blog sia per voi una fonte primaria di informazioni, davvero. E’ lo scopo principale per cui lo curo ogni giorno. Cerco di essere il più chiaro possibile, nei miei limiti, e in generale mi sembra di riuscirci, però è vero che il giudizio finale non è mio. Se tuttavia ho scritto o detto di persona “potete guardare il sorgente del mio blog” perché io per primo ho implementato con successo qualcosa, probabilmente non intendevo esattamente “copia-incollate tutto” :)


(il sorgente della pagina http://archivio-radiocor.ilsole24ore.com/articolo-1004500/trasporto-pubblico-locale-sciopero/ )

Ogni volta che qualcuno usa il pulsante di Twitter su una news della sezione “archivio notizie radiocor” voi lo tracciate bene su Google Analytics, ma quell’attributo data-via=”goanalytics” fa si che la condivisione sembri partita dal mio blog o dal mio account Twitter :)

Come saprete ho una certa dimestichezza con Google Analytics, ma me la cavo anche con la programmazione di siti web: se avete dubbi sono a disposizione per una consulenza :D


Nov 03 2011

HelpSemaforoQuesto semaforo indica il livello difficoltà del post
semaforo verde - articolo per tutti

AddThis, AddToAny e ShareThis espandono il report sociale

autore: Marco Cilia categoria: generale tag: ,

Google Analytics traccia, senza che voi facciate nulla, i click sui pulsanti +1 del vostro sito e popola il report SOCIALE dentro alla sezione VISITATORI. Con un po’ di codice aggiuntivo si possono tracciare anche i pulsanti di Twitter e di Facebook, come documentato nell’apposita sezione dell’help (anche se a dire il vero a me il pulsante di Twitter ha smesso di essere tracciato senza che io abbia fatto alcuna modifica al codice. Devo indagare più a fondo…).

Da qualche giorno sarete felici di sapere che vengono tracciati automaticamente anche altre due “azioni sociali”, senza nessuna modifica richiesta: si tratta dei plugin ShareThis e AddToAny. Se avete questi due plugin sul vostro sito, potete già godere delle nuove voci presenti nei report sociali, che vi dicono esattamente come e quanto i plugin vengono usati, e per premere cosa.

Se invece usate il plugin AddThis, è necessario aggiungere tre righe di codice al vostro sito, come documentato sul loro sito.

Mi piace quando aggiungono funzionalità senza che noi si debba toccare alcunché… :)


Jun 30 2011

HelpSemaforoQuesto semaforo indica il livello difficoltà del post
semaforo giallo - articolo avanzato

Traccia i bottoni sociali: funzione _trackSocial() e report SOCIALE

autore: Marco Cilia categoria: funzioni tag: , , ,

Non passa giorno senza novità per Google nell’ultimo periodo. Quella di oggi sarà particolarmente gradita: il blog ufficiale di webmaster tool e quello di Analytics riportano la notizia che i clic sui pulsanti +1 dei nostri siti, purché verificati in GWT, hanno una sezione di report apposita nel pannello dei webmaster. E sappiamo che prima o poi quei report finiranno dentro a Google Analytics (a proposito, mi hanno attivato nel programma pilota, ma c’è poco da segnalare per adesso). La seconda cosa che dicono, molto più interessante, è che dentro a GA c’è una nuova sezione di report, che si chiama proprio sociale e si trova dentro il gruppo VISITATORI.

E’ composto da un primo report COINVOLGIMENTO, che segmenta le visite tra “socially engaged” e “not socially engaged”, cioè tra chi ha o non ha cliccato un bottone sociale. Il secondo report è AZIONE, e al pari del report degli eventi mostra l’azione compiuta dai visitatori. Nei miei report al momento viene tracciato (automaticamente) il pulsante +1 di Google. Ogni azione ha anche una “sorgente sociale”, cioè google è la sorgente sociale, +1 è l’azione, e le due cose combinate sono google +1; in effetti non mi è al momento chiaro il perché di questa scelta (non è che facebook ha il più uno per cui l’azione +1 possa avere due dirfferenti sorgenti sociali…), ma è così.
L’ultimo report è PAGINE, e ci mostra gli URL esatti delle pagine dove sono stati premuti i pulsanti: il report si presenta come tabella pivot con azioni e sorgenti sociali, ma poiché ho ancora pochi dati non sono riuscito a modificarlo a piacere.

Ecco uno screenshot dal blog ufficiale

Come dicevo sopra, al momento l’integrazione tra pulsante e tracciamento è automatica – ovviamente – solo per il +1 di Google. Se volete aggiungere gli altri pulsanti dovrete fare affidamento su una nuova funzione, _trackSocial(), con la seguente sintassi

_gaq.push(['_trackSocial', network, socialAction, opt_target, opt_pagePath]);

  • network è obbligatorio, ed è una stringa con il nome del social network cui il bottone si riferisce
  • socialAction è obbligatorio, ed è una stringa con l’azione svolta, ad esempio INVIO, LIKE, SHARE, TWIT, ecc…
  • opt_target è opzionale, ed è una stringa che rappresenta la pagina (URL o ID o quel che volete) che genera l’azione sociale. Se omesso viene usato l’url della pagina corrente estratto tramite document.location.href
  • opt_pagePath è opzionale ed è una stringa che rappresenta l’indirizzo senza dominio dal quale viene generata l’azione sociale. Se omesso viene usato location.pathname+location.search e in genere si può omettere, tranne nel caso in cui la pagina venga registrata du Analytics con una url diversa dalla corrente tramite l’uso di una pagina virtuale e _trackPageview

Ovviamente non dovete inserire queste funzioni nel normale codice di monitoraggio, altrimenti ogni pagina vista corrisponderebbe a una o più azioni sociali, ma dovete fare in modo che esse siano richiamate alla pressione dei pulsanti. La maggior parte di essi ha infatti la possibilità di specificare la chiamata a qualche funzione quando viene premuto. La pagina di documentazione della funzione fornisce alcuni esempi (tracciare i like di facebook, tracciare i tweet) e un esempio di codice per fare il tutto automaticamente, scritto da Nick Mihailovski).

Questa parte di tracciamento comporta del lavoro aggiuntivo, ma ritengo ne valga la pena. Dopo potrete sapere cosa e quanto condividono i vostri utenti, da dove vengono quelli che condividono di più, come i pulsanti interagiscono col vostro ecommerce, se lo fanno, e usando le campagne generare dei circoli viziosi tipo “4 persone provenienti da quel referrer hanno sharato il contenuto su facebook, che era taggato con una campagna che mi ha portato 347 persone e 14 vendite”. E il tutto senza ancora aver visto cosa ci riserva Google da PostRank ;)