Jul 20 2011

HelpSemaforoQuesto semaforo indica il livello difficoltà del post
semaforo rosso - articolo per esperti

trackPageLoadTime senza campionamento, ma simulato

[traduzione del post di André Scholten Simulate Google trackPageLoadTime without sampling]

Poco dopo aver descritto un metodo per tracciare i tempi di caricamento delle pagine in Google Analytics, Google ha tirato fuori la propria tecnica per fare la stessa cosa, ma entrambi i metodi hanno alcuni svantaggi. Per chiarirvi le idee vi mostro questa immagine:

timing

Questa immagine mostra tutti i passaggi dall’inizio della richiesta di una pagina fino alla fine. I tempi di queste operazioni sono memorizzati in un oggetto javascript chiamato “performance”. E con un semplice script potete leggere questi valori e calcolare i tempi di caricamento. Tutto questo deriva direttamente dalle specifiche “Navigation Timing” del W3C.

La linea verde sono i tempi che misuro con il metodo descritto in precedenza, il che significa: solo i tempi da quando l’HTML inizia a caricarsi fino a che non accade l’evento onload.
La linea rossa sono i tempi che Google usa per misurare il load time in GA. Un numero molto più verosimile perché include anche i tempi di risposta del server. Ma Google usa solo un campione di dati per calcolare i tempi di caricamento.

Il metodo migliore è una via di mezzo: il metodo più affidabile usato da Google ma senza il campionamento. Tutto questo può essere ottenuto con una semplice aggiunta al codice di monitoraggio di Analytics:


if (typeof performance == "object")
{
  var loadtiming = parseInt(performance.timing.loadEventStart - performance.timing.fetchStart);
  if ((loadtiming > 0) && (loadtiming < 40))
  {
    _gaq.push(['timer._setAccount', 'UA-XXXXXX-X'], ['timer._trackPageview'], ['timer._trackEvent','w3c-navigationtiming',location.pathname,,loadtiming]);
  }
}

potete eseguire questo codice dopo l’onload, così i visitatori non saranno rallentati, e mi raccomando di usare un nuovo profilo, e non il vostro profilo normale, perché questa funzione rovinerà il vostro bounce rate. Le funzioni LoadEventStart e fetchStart sono le stesse che Google usa nella sua trackPageLoadTime.
C’è solo un piccolo problema con questo script: non tutti i browser supportano l’oggetto “performance” (che è piuttosto nuovo ndr), al momento solo Chrome lo fa. Ma poiché la velocità del sito sta diventando sempre più importante, probabilmente in futuro anche gli altri browser aggiungeranno il supporto.

Condividi l'articolo:

1 Commento

  1. Ottima guida
    Come sempre!

Scrivi un Commento