Jun 29 2009

Violato il codice di GA? ovviamente no!

autore: categoria: javascript tag: ,

Una delle più accese discussioni nel forum ufficiale e nella twittersfera ultimamente è quella relativa ad un presunto problema di sicurezza del codice di Google Analytics, per cui i visitatori vengono infettati. Un ottimo riassunto della questione la fa Stéphane Hamel sul suo blog.

Il problema non è relativo al codice di GA, ma prende di mira il codice di GA. In sostanza attraverso un accesso non autorizzato allo spazio sul server che ospita il sito, viene introdotta una regular expression javascript nel codice del sito in grado di cambiare la chiamata a http://www.google-analytics.com/ga.js in ttp://91.212.65.148/ga.js. Questo file poi esegue un’altro script php che sfrutta una vulnerabilità di Adobe Reader per infiltrarsi nei PC dei visitatori. Come già detto, questo non è un problema di Google Analytics, ma è un problema che prende di mira Google Analytics per via del fatto che è molto usato sui siti (ricordate? più del 50% dei diecimila siti più popolari secondo Alexa) di tutto il mondo.

Il modo migliore per capire se si ha a che fare con il problema è dare un’occhiata al codice sorgente di una propria pagina: se il codice di GA è sempre il solito, come lo conosciamo, non c’è problema; Se al contrario sono presenti caratteri strani ( @ # $ eccetera) allora è il caso di preoccuparsi. Nel qual caso è bene pulire il proprio PC con antivirus, antitrojan e antispyware, cambiare le password FTP del sito (e magari usare sFTP (secure File Transfer Protocol) invece del normale FTP, e reincollare il codice corretto di GA, che trovate ovviamente in modifica del profilo -> verifica stato

Condividi l'articolo:

Scrivi un Commento