Mar 19 2009

Nuovo Youtube Insight, dritto verso GA

autore: categoria: generale tag: ,

YouTube InsightNella giornata di ieri, Google ha aggiornato il servizio YouTube Insight, strumento analitico per capire meglio cosa accade intorno ai video caricati sul popolare servizio di condivisione filmati.

Come ho già avuto modo di dire in passato, questo servizio – che al momento viene erogato tramite le pagine di YouTube – trova il suo sbocco naturale dentro ai report e all’interfaccia di Google Analytics, con cui condivide parte del “framework”, ad esempio il sistema di selezione temporale basata sulla cronologia.
Nella prima schermata (visualizzazioni) è presente una selezione che permette di visualizzare il numero di utenti unici oltre che di visualizzazioni; questo è un concetto che esiste praticamente solo in web analytics. Nella schermata “origine delle visite” è possibile conoscere il “referrer” di chi ha visualizzato il filmato: se proviene da video correalti Insight ci dice quali, se proviene da una ricerca ci dice quali chiavi sono state usate e se la visualizzazione è stata fatta tramite il player incorporato lo strumento ci dice in quale sito questo è successo, eccetera…

La nuova schermata “community” invece è la vera novità: essa presenta il grado di interazione degli utenti con il video presentato, suddividendo i voti, i commenti o i click per rendere il video uno dei preferiti o fornendo un totale. Inoltre si possono conoscere i numeri puri o la percentuale in base al numero di visualizzazioni (2 commenti su 4 visite portano un grado di interesse del 50%, per i commenti). Questo è quello che potremmo fare con Google Analytics impostando degli obiettivi, appunto, sull’inserimento di un commento, di un voto o sul click sui preferiti; il fatto che nell’interfaccia inglese si parli espressamente di “engagement” dovrebbe togliere ogni ulteriore dubbio su quale sia il futuro di questo splendido pezzo di software.

Vorrei fare altre due menzioni: la prima è per la schermata sul grado di interesse del pubblico rispetto alla durata del video, cosa tipica dei sistemi di analisi dei video, la seconda è per la schermata riepilogativa con i dati demografici degli utenti che hanno visualizzato il sito. Se e quando (secondo me solo “se”) YouTube Insight si fonderà con Google Analytics potrebbe essere interessante far leggere a GA il cookie di Youtube, che contiene anche questa informazione e potrebbe quindi trasmetterla ad Analytics e fornire quel dato anche per le “normali” pageviews.

Condividi l'articolo:

Scrivi un Commento