Jun 16 2016

HelpSemaforoQuesto semaforo indica il livello difficoltà del post
semaforo verde - articolo per tutti

sondaggio: il più grosso passo indietro di GA

autore: categoria: generale

Sono mesi che ho in mente di scrivere un post, ma è lungo e ho bisogno di mettere su un test per dimostrare alcune cose. Il titolo del post ce l’ho in mente da sempre e sarà “il più grosso passo indietro di Analytics da quando esiste”.
Nel frattempo mi sono chiesto se voi aveste già un’opinione in merito, e quindi eccomi qui a girarvi la domanda PRIMA di scrivere il post, invece che in fondo (tanto non lo so quanti ci arriveranno a leggerlo tutto, QUANDO avrò il tempo di scriverlo 🙂 ).

Che idee avete? cosa avevate che adesso vi manca? quale è il più grande torto che vi han fatto gli ingegneri di GA?

Via al televoto!

Condividi l'articolo:

7 Commenti

  1. lo spam. Qualcosina hanno effettivamente risolto di recente, ma ancora saltano fuori referral spam, event spam, spam ovunque.

    E poi una piccolezza, ma mi rode: avevano messo le pagine di destinazione come dimensione secondaria nel rapporto sulle query di Google Search Console… ed ora le hanno tolte! Vergogna, non si fa.

  2. Ciao Marco,

    più che qualcosa che mi hanno tolto (attualmente non mi sovviene nulla che mi abbia reso la vita più difficile), avrei da ridire su cosa manca.

    Per lo più sono tutte aggirabili via BigQuery, ma introducono una complessità non banale e richiedono uno skillset non necessariamente a disposizione del web analyst “standard” (senza background di base di dati).

    Un elenco sufficientemente esaustivo, ma potrei andare avanti:

    – Limite di 3 mesi per qualsiasi analisi/segmento su base User
    — Questo manco lo commento per le limitazioni che comporta

    – Cohort analysis inutilizzabile
    — Un Localytics/Flurry qualunque è ben più potente di GAP in questo tipo di analisi
    — es: mi piacerebbe poter flaggare quei cookie/User che abbiano fatto, nel momento Y, l’azione X per poterne studiare nel tempo il comporamento

    – Gestione della sovrascrittura del Direct via cookie di campagna
    — Personalizzabile, sì, ma sfido chiunque a metterci mano e rivoluzionare il modo in cui l’azienda è abituata ad analizzare il channel traffic via GA

    API con stesso sample limit di GA FREE
    — si può mitigare partizionando le query, ma a costo di query time importanti (e anche qui sconfiniamo verso il dominio della BI in termini di skillset)

    – Personalmente vorrei poter inserire anche una terza dimensione nei report standard, anziché dovermi costruire il custom report come flat table

    – La scala dei grafici, non personalizzabile
    — il più delle volte l’analisi di trend è misleading direttamente da console per via della scala parametrata male e occorre scaricare su Excel e rielaborare

    – Trendline “a la Excel”
    — enhancement di cui sopra. Anche se avessi la scala personalizzabile, poi dovrei comunque portarmi giù i dati su Excel per semplici regressioni o media mobile

    – Path Analysis inutilizzabile
    — non ne sono un fan (preferisco lavorare top-down su un set più limitato di percorsi di navigazione via Custom Funnel o segmenti sequenza), ma è indubbio che sia un feature meno sviluppata che altre soluzioni di WA

    – Trend Custom Funnel
    — Ok, non mi dispiace la feature, ma mannaggia a voi, consentitemi di analizzare nel tempo la % di passaggi da uno step all’altro senza farmi creare mille segmenti sequenza (Localytics è eccellente per come rappresenta visivamente i funnel. La parte “statica” e vincolata al time frame è rappresentata in verticale come sul vecchio funnel GA, ma per ogni step è possibile avere un trend di successfull rate su base daily, weekly e monthly)

    Potrei andare avanti per ore… 🙂

    Francesco

  3. Rispondo di getto: la possibilità di analizzare le query di ricerca effettuate da google.

  4. Francesco: una feature request che Google dovrebbe pagare oro 🙂
    Per almeno uno dei punti c’è qualcosa in pentola, il resto son quasi su tutto d’accordo con te.

    Giovanni: tecnicamente quella non è una limitazione di GA, però.

    Martino: controllerò, non mi era più capitato di vederne da quando han sistemato.

  5. Giovanni Sonego

    Marco, hai ragione tecnicamente non dipende da GA, ma è una grossa limitazione… che dipende comunque da Google.

  6. Uh, una cosa ci sarebbe. Il casino che c’è tra source/medium e default channel… c’è un Channel referral e c’è un Rapporto Referral.

    Nel primo sono esclusi di default le sorgenti social, nel secondo invece c’è tutto quello che ha come medium referral.

    Nome uguale, rapporto drasticamente diverso.

Trackbacks

  1. Il più grosso passo indietro di Analytics • Google Analytics in 30 secondi

Scrivi un Commento