Jul 10 2018

HelpSemaforoQuesto semaforo indica il livello difficoltà del post
semaforo verde - articolo per tutti

In arrivo il vero report cross device

autore: categoria: generale tag: , ,

Oggi durante il Google Marketing Live 2018 Google ha annunciato che Analytics presto sarà fornito di report cross-device.
Sento già levarsi le voci e vedo i nasi storti in chi sta per dirmi “hai preso una botta in testa? Google Analytics HA GIA’ i report cross-device, basta passare uno USERID uguale tra desktop e mobile, ed è fatta”.

Si, lo so, ma quella è una funzione “volontaria”, sta al webmaster o a chi implementa i tracker far si che la magia accada. Google oggi ha annunciato una cosa che mi sono sentito chiedere in almeno la metà dei corsi che ho tenuto negli ultimi dieci anni, ovvero il fatto che il ricongiungimento dei dati verrà fatto direttamente dalla piattaforma sulla base dei segnali che normalmente usa per identificare gli utenti su più dispositivi, il più semplice da immaginare e capire è l’essere loggati ad un google account (gmail, youtube, eccetera…)

Ho visto questi report quasi un anno fa a San Francisco, spero che abbiano fatto che passi in avanti perché seppur stupendevoli e sicuramente utilissimi, gli ingegneri non erano ancora riusciti a fugare un paio di dubbi che i clienti più avanzati ed esigenti vorrebbero risolti da una funzionalità come questa, guarda caso sempre legata a iOS e Safari 😀

In ogni caso preparatevi, perché se funzionerà a dovere e con una significatività statistica decente, questo cambierà completamente le vostre attuali valutazioni dei ritorni di marketing!

Che ne pensate?

Condividi l'articolo:

3 Commenti

  1. Imho l’unico vero vantaggio in termini di nuove capacità di insight azionabili verrà dall’eventuale integrazione di queste informazioni dentro il modello di attribuzione data-driven della Suite 360 e la successiva eventuale possibilità di passare queste conversioni ricalcolate direttamente dentro Adwords/Doubleclick per poter modulare le strategie di Bid sulle conversioni cross-device e cross-channel (la stessa cosa, mi pare, si può fare con Doubleclick stessa che tuttavia ignora tutto ciò che non è pluggato dentro la piattaforma).

    Le altre statistiche aggregate, per quanto “fighe” e informative, rimarrebbero un po’ fini a se stesse.

    Il mio sogno bagnato (e irrealizzabile) però sarebbe avere quella super-chiave Google in chiaro, da usare a fini analitici/segmentazione/profilazione 😀

  2. eh vabbeh, tanto vale avere la password di root del PC di Sundai Pichar 😀
    sul modello non so, devo ancora trovare un cliente dove sia possibile abilitarlo, per studiarlo per bene, ma teoricamente è fattibile. (corretto anche quanto dici su Doubleclick, btw)

  3. Finalmente è arrivato su alcune nostre property. Come sospettavo è carino, ma sostanzialmente inutilizzabile. Inoltre non vedo alcun riferimento al cross-device tracking nei report MCF/Attribution.

    Bene ma non benissimo 🙂

Scrivi un Commento