Oct 13 2010

HelpSemaforoQuesto semaforo indica il livello difficoltà del post
semaforo verde - articolo per tutti

Essere i leader + fantawebanalytics

autore: Marco Cilia categoria: generale tag: , ,

Il leader di un settore è colui dal quale gli altri di solito traggono ispirazione, o che tentano a tutti i costi di soprassare con miglioramenti che lui non ha. In questi anni Google Analytics ha affinato le sue funzioni, e spesso le reazioni sono state del tipo “e quindi? Webtrends/Omniture/Unica/ecc lo fanno da secoli”, ovviamente tralasciando la piccola questione che Analytics è quasi gratuito. In occasione dello spostamento del forum ufficiale di Webtrends sulla piattaforma Getsatisfaction.com mi è caduto l’occhio su una discussione interessante: improving insights into rates – weighted sort algorithm, in cui sostanzialmente gli utenti chiedono a Webtrends di introdurre l’ordinamento ponderato, come ha recentemente fatto Google Analytics.

Una inversione di tendenza mica da ridere, non trovate? :)

Addentrandoci un momento nella fantawebanalytics, nei giorni scorsi sono uscite voci (sparate?) su un possibile interessamento di Microsoft in Adobe, per dare vita ad un gigante in grado di competere con Apple nel mobile (fonte businessmagazine, fonte ilsole24ore, fonte new york times).
Tralasciando le moltissime questioni per cui sarebbe o non sarebbe una idea sensata, Macity centra perfettamente la questione in questo articolo, pochi minuti dopo che l’ho pensato io. Google compra Adobe, diviene padrone di Flash e riesce a ottimizzarlo per i cellulari, e intanto si prende anche l’ex-Omniture, la sua tecnologia e tutti i suoi clienti. Gli scenari futuri sono però poi difficili da ipotizzare: dopo parecchio tempo GA e Omniture vengono fusi in un unico prodotto, oppure Google Analytics piano piano acquisisce funzionalità derivate da Omniture, oppure Omniture opportunamente modificato diventa il “Google Analytics Business”…

Se comunque la cosa si avverasse, vi invito a leggere quanto scritto nella terza previsione estrema di questo vecchissimo post :)


Sep 17 2009

Adobe Analytics

autore: Marco Cilia categoria: web analytics tag: ,

adobe_logoE così ieri Adobe ha proposto l’acquisizione di Omniture, che è solo il più grande fornitore di soluzioni web analytics del pianeta. Avrete sicuramente sentito parlare di Omniture, ne abbiamo parlato da poco nel post sull’evoluzione dei fornitori di sistemi di WA. Il costo dell’operazione è stimato in 1,8 miliardi di dollari.

La domanda che tutto il mondo si fa è ovviamente “cosa se ne fa Adobe di un prodotto, anzi del più rinomato e probabilmente costoso prodotto, di web analytics del mondo?”, e le risposte sono molteplici.
Ieri ho subito detto “Adobe Analytics è alle porte?”, riferendomi alla altrettanto strana – per allora – acquisizione di Urchin da parte di Google, che come sappiamo ci ha poi regalato Google Analytics. A pensarci meglio, però, Adobe è un produttore di software, e almeno due di essi sono direttamente legati ai contenuti: sto parlando di Dreamweaver, editor di sorgenti, e di Flash, croce degli esperti di WA e delizia dei webdesigner creativi.

Il primo pensiero quindi è stato: Adobe vuole integrare una soluzione di web analytics nei suoi prodotti, in modo che per l’utente sia semplice avere i dati una volta pubblicato il progetto perché gli strumenti si occuperanno di integrare le necessarie chiamate dei codici di tracciamento (e non al livello di adesso, cioè aggiungendo chiamate ad ogni pulsante flash, ma in modo automatico). Ma è anche vero che Omniture non è proprio uno strumento alla portata delle tasche di tutti gli utenti.

Adobe-Omniture

In seconda istanza ho letto un post di CMS watch, che si spinge oltre: a parte la Creative Suite, Adobe ha un rinomato Flash Media Streaming Server, il player di Flash è sul 98% dei computer del pianeta, e ci sono quasi un miliardo di installazioni di Flash Lite sui cellulari. E ancora, Adobe AIR è in grado di portare tecnologia Adobe anche su programmi desktop. Da questo punto di vista Omniture potrebbe presto “invadere” la maggior parte dei dispositivi web oriented che abbiamo per le mani, e sarebbe una espansione di mercato pazzesca.

Dall’altro lato, quello prettamente finanziario, è vero che Omniture ha un portafoglio clienti di tutto rispetto, formato dalle più grandi aziende mondiali, quelle che hanno abbastanza budget per comprare e mantenere il suo prodotto di punta, SiteCatalyst, quindi la mossa di Adobe potrebbe essere giustificata anche così.

Da quanto leggo in giro, tuttavia, pochi scommettono su un “downgrade” dei prodotti Omniture; quasi nessuno si aspetta un Adobe Analytics rilasciato gratis o a prezzo ridotto, per intenderci, anche se la cosa potrebbe invece avere un senso: Omniture da un po’ di tempo sente la pressione dei clienti che guardano anche alle soluzioni low-cost che crescono. Se Adobe, forte dei suoi risultati economici, riuscisse ad abbassare i costi del servizio, i ragazzi di Omniture potrebbero lavorare più serenamente allo sviluppo di nuove funzionalità. Ma questo lo sapremo solo col tempo…


Nov 18 2008

Tracciare Flash tramite Google Analytics

autore: Marco Cilia categoria: codice di monitoraggio tag: , ,

Ieri durante l’evento Adobe Max di San Francisco Google e la stessa Adobe hanno annunciato il rilascio di alcuni metodi e librerie per facilitare il tracciamento di siti o oggetti realizzati tramite Adobe Flash o Adobe Flex.
La cosa era tecnicamente fattibile anche prima, tramite l’Event Tracking, ma avere una serie di metodi appositi può facilitare molto il lavoro di sviluppatori e utenti finali. Ad esempio il sistema Sprout Mixer di Sprout Inc. (tramite il quale sono realizzati ad esempio alcune parti del fansite di Pink [edit: ora offline]) è già pronto per inviare i dati ai report di Analytics. Per l’utente la configurazione dovrebbe essere minima e potrebbe limitarsi solo all’inserimento del numero del proprio account GA.

La documentazione per il tracciamento di Flash si può ovviamente trovare sulle pagine ufficiali del Google Code. Dal canto mio, avevo iniziato ieri a studiare la documentazione per un certo progetto che intendo rilasciare qui, ma questa novità rimescola un pochino le carte. Poiché non sono così tanto ferrato in javascript e ActionScript (il linguaggio usato da Flash), ho bisogno della collaborazione di due persone, e soltanto dopo potrò sottoporvi la cosa. Sono abbastanza sicuro che verrà apprezzata, dovrete solo avere un po’ di pazienza…