Nov 26 2012

HelpSemaforoQuesto semaforo indica il livello difficoltà del post
semaforo verde - articolo per tutti

Filtro direttamente nella creazione di un custom report

autore: categoria: report tag: , ,

L’altro giorno ho trovato la segnalazione di questa discussione nel forum di Giorgio Taverniti: “a che ora i miei fan interagiscono di più?“. Niente da eccepire sul contenuto del post, se non che come dico nel primo commento la mancanza di un filtro nel custom report mi costringe a fare dei clic in più. Siccome noi siamo analisti precisini, noiosi e ripetitivi, ogni clic risparmiato è un clic guadagnato 🙂

Quindi, siccome l’obiettivo del post è l’analisi delle interazioni orarie per le provenienze da Facebook, ne approfitto per ribadire un concetto che molto spesso non vedo applicato come si dovrebbe: il custom report filtrato all’origine. Un custom report è un rapporto che in Google Analytics non esiste, e che viene calcolato “al volo” sulla base delle nostre indicazioni. Ad esempio proprio quello discusso sul forum GT, cioè le ore di arrivo delle visite per ciascuna sorgente.
Però il custom report così come viene proposto risponde (con DUE clic) alla domanda: “a che ora interagiscono tutti i miei utenti, divisi per sorgente?”. Per rispondere alla domanda originale propongo due variazioni:

La prima è appunto l’inserimento di un filtro direttamente nel custom report: si elimina la prima dimensione (la sorgente) e si usa il filtro per mostrare SOLO facebook. Il filtro si trova subito dopo la sezione delle dimensioni nel custom report, come in figura (clicca per ingrandire):

In questo modo aprendo il custom report si hanno SOLO le visite provenienti da Facebook, esplose per ora e senza necessità di clic aggiuntivi.

La seconda modifica è l’aggiunta di una seconda tab, che se trovate migliore potete anche spostare come prima (o usare solo questa), e cioè una tabella piatta con sorgente / ora e metrica visite. Questo report permette di distinguere le varie tipologia di sorgente Facebook (sito, app, sito mobile, campagna se avete usato facebook come source…) ma di avere lo stesso a portata di mano già all’apertura le ore in cui sono divise le visite. Vedasi screenshot (clicca per ingrandire):

.

Se volete, potete scaricare il tutto e salvarlo direttamente nel vostro Google Analytics: basta cliccare questo link mentre si è loggati nel proprio account Google.
Ripeto, nulla di eccezionale, ma solo un modo più veloce per arrivare al dato. Alternativamente potete usare il custom report proposto nel forum di Giorgio e usare le scorciatoie per arrivare direttamente alle sorgenti desiderate, se ne avete più d’una.

Condividi l'articolo:

3 Commenti

  1. Ciao Marco,

    complimenti per queste “pillole”, sempre molto utili anche a distanza. Approfitto per chiederti una cosa sui Filtri nei custom report (CR). Ho provato a creare un CR partendo dal classico report sorgente/mezzo. In sostanza volevo semplicemente vedere quali erano le pagine in entrata che mi portavano alla conversione. Chiaramente volevo filtrare per n°transazioni>0 e con sorpresa scopro che non è possibile in quanto nell’elenco filtri manca Transazioni..devo salvare il CR e solo dopo posso da Avanzata applicare il Filtro. Ho risolto così esportando poi questo CR “modificato” nella Dashboard.
    Ma come mai non è disponibile quel campo a livello di Filtro nel Custom Report?
    Mi sembra assurdo, ma forse mi sto perdendo qualche concetto…

    grazie mille

    buona serata

    Massimo

  2. Ciao, non credo di aver capito del tutto: il filtro nel CR funziona solo per le dimensioni, mentre transazioni è una metrica. Le metriche le puoi filtrare solo con il filtro tabellare (ricerca avanzata),in tutti i casi.

    In ogni caso l’info che cerchi è già disponibile nel report “pagine di destinazione” 🙂

  3. Corretto. Non sapevo che i filtri funzionavano solo sulle dimensioni, ora è chiaro. Ti ringrazio.

    E’ vero, hai ragione, Era solo per avere anche il sorgente mezzo

    grazie e buon lavoro
    Massimo

Scrivi un Commento