Feb 01 2009

Tracciare link e download tramite gli eventi

Oggi voglio segnalarvi uno script che alcuni di voi potrebbero trovare utile, e che serve a tracciare i click sui link esterni e sui download tramite gli eventi di Google Analytics, anziché tramite il classico metodo delle “pagine virtuali”. E’ una tecnica descritta da Stephane Hamel sul blog immeria, e ve la posso presentare senza averla provata perché gli autori sono gli stessi dell’estensione WASP, per cui possiamo fidarci!

I click sui link esterni saranno tracciati con un evento di nome “outbound”, una action “click” e una label uguale all’url visitato. I download invece avranno un evento “download”, la stessa action “click” e una label uguale al nome del file scaricato. L’espressione regolare predefinita è questa
/\.(docx*|xlsx*|pptx*|exe|zip|pdf|xpi)$
e cerca sostanzialmente eseguibili, pdf, archivi zip, estensioni di Firefox e documenti Office 2007, ma siete ovviamente liberi di modificarla come più vi pare cercando nel file gaAddons.js la riga
var fileTypes = new RegExp(/\.(docx*|xlsx*|pptx*|exe|zip|pdf|xpi)$/i);
e modificandola in base ai tipi di file che il vostro sito propone agli utenti.

Per abilitare questo tracciamento è sufficiente scaricare il file gaAddons.js dal sito di immeria, caricarlo sul proprio server e aggiungere una riga al codice html delle pagine, prima della chiusura di BODY, non importa se prima o dopo la chiamata al GATC. La riga da aggiungere è
<script src="/js/gaAddons.js" type="text/javascript"></script>

nell’ipotesi in cui il file risieda nella sottocartella /js/, altrimenti dovrete indicare il percorso per trovare il file dello script.

E’ una soluzione che ritengo valida, ma che non implementerò a tappeto sui profili che gestisco, miei o dei clienti. Valuterò caso per caso se il beneficio ottenuto vale lo sforzo (sforzo di installazione, ma anche di manutenzione e di interpretazione dei report). Il criterio sul quale mi baserò è puramente numerico, infatti ritengo che questa implementazione tramite gli eventi porti benefici su siti con grandi numeri, dove il numero di click su link esterni e download è significativo e quindi il numero di pageviews virtuali ha un impatto di un certo tipo sui totali visualizzati da GA. Per siti di piccole dimensioni, al momento, non ritengo necessario l’uso degli eventi per questo tipo di monitoraggio, e resta sempre valido il sistema automatizzato realizzato da me e Francesco Terenzani

Condividi l'articolo:

21 Commenti

  1. Ci stavo pensavo anch’io ad usare gli eventi invece dei link virtuali come faccio adesso, credo prenderò spunto dalla loro soluzione, ottimo suggerimento!

  2. io ho sempre un mente di fare una cosa e proporvela, ma il tempo scarseggia per ora… 🙂

  3. Ho implementato la modifica al mio script (che usava il _trackPageview) seguendo le indicazioni segnalate qui sopra 🙂 Vedremo nei prossimi giorni cosa succede! Ricordo comunque che non tutti hanno gli Eventi abilitati nel proprio pannello di Analytics, quindi chi non ce li ha, dovrà continuare ad usare il vecchio metodo, per non perdersi nulla.

  4. questa cosa ancora non è chiara, a me in un profilo hanno abilitato gli eventi DOPO aver iniziato ad usarli per test. Non so dire se sia stato un caso oppure no.

  5. Intanto confermo che lo script funziona alla grande 🙂 Grazie ancora per la segnalazione…

  6. Ciao Marco, con il nuovo codice asincrono quale è il miglior metodo per tracciare i link in uscita in modo equivalente a quello suggerito da google secondo te ?

    Google scrive questo:
    < a href="http://www.example.com" rel="nofollow" >

  7. non capisco la domanda, nofollow non serve a tracciare i link :-/

  8. Scusa Marco…il copia incolla non ha funzionato !!!

  9. Boh non funziona non mi posta il codice html…linko la pagina https://www.google.com/support/googleanalytics/bin/answer.py?answer=55527&topic=11014

  10. bisogna usare la funzione nella nuova forma

    javascript=”_gaq.push([‘_trackPageview’, ‘/nomepaginavirtuale’]);”

  11. Buono a sapersi.
    Grazie Marco.

  12. Ciao Marco,
    una domanda in merito agli eventi ad al tracciamento conversioni. Ho provato (senza successo) a creare dei report custom per ottenere l’informazione di quanti utenti che hanno realizzato un evento hanno poi completato una conversione.

    Sono riuscito a recuperare il dato attraverso l’impostazione di un segmento contenente l’evento di mio interesse mettendolo a confronto con il segmento “visite con conversioni”, ma vorrei avere un report senza l’utilizzo di questo artificio. E’ possibile secondo te?

  13. dovrebbe essere possibile, o almeno non ci vedo complicazioni particolari, ma ti confermo che al momento non si può, ho appena provato. Contare “quante visite” però è proprio un mestiere da segmento avanzato, perché se il custom report funzionasse avresti comunque anche le visite che non hanno convertito…

  14. humm… capisco… ho provato a fare un po di filtri ma all’evento il goal è sempre a zero nonostante nel report conversioni sia presente e io sia sicuro che io sia sicuro che la conversione sia arrivata dopo un evento (l’ho simulata io).

    In ogni caso, la mia intenzione è quella di verificare quanto un dato elemento all’interno di una pagina (che permette un’interazione ma non sposta il visitatore in altra pagina) aiuti l’utente ad effettuare una conversione.

    L’evento mi sembrava la cosa più valida così da non influire in modo sostanziale sulle statistiche generali, cosa che accade invece con la generazione di pagine virtuali (_trackPageView).

    Fintanto che non scopriamo il motivo, hai qualche suggerimento in merito? Mi interessa ottenere un report con queste informazioni:
    – Numero Visitatori
    – Numero Interazioni (i miei eventi)
    – Numero Conversioni Totali
    – Numero Conversioni da Interazioni

  15. non ho capito perché il segmento non ti va bene, però… 🙂

  16. Sto realizzando questo report che poi dovrò condividere a diversi clienti che hanno la stessa necessità, in modo che, autonomamente, possano implementare il sistema e verificare le relative informazioni.

    Seppur anche i segmenti possono essere condivisi, la cosa diventa più difficile da gestire ed un report univoco che all’accesso visualizzi tutte le informazioni è al momento la soluzione che stiamo cercando.

    Mentre con il report, una volta condiviso il mio cliente si ritroverà tutte le informazioni (e nel caso o ha aggiunto il report o no, non ci sono vie di mezzo), con i segmenti oltre all’aggiunta del segmento ogni qualvolta che il mio cliente vuole visualizzare i dati deve aggiungere i segmenti desiderati (sperando che li abbia aggiunti tutti e che li selezioni tutti).

    E’ per di più una questione di comodità e facilità di accesso all’informazioni.

  17. Ho trovato questa discussione ma senza risposte. A quanto pare il mio problema è sentito anche da altre persone ma non vi è esplicita risposta. Ho comunque inviato anche la mia esigenza, a tutti coloro a cui interessa l’argomento la trovate qui: http://productforums.google.com/d/topic/analytics/KF6-TYqDR10/discussion

  18. Ciao,
    vorrei tracciare i click su link esterni (di affiliazione), ma facendo una verifica risulta il seguente errore: Uncaught ReferenceError: ga is not defined (index):174
    onclick

    – sto usando universal Analytics
    – ho aggiunto sui link esterni il seguente codice: onclick=”ga(‘send’, ‘event’, ‘chebanca’, ‘conto yellow’, ‘homepage’, 1);

    mi sapreste dire dove sbaglio?

    grazie

  19. quell’errore di solito compare se non hai chiamato il codice di GA (il file analytics.js). Sicuro che magari non stai usando il TagMAnager e poi provi a scrivere codice in pagina?

  20. Ciao grazie per aver risposto,

    premesso che non sono molto esperto…non sto usando il TagManager, Analytics è installato tramite un plugin per WordPress (Google Analytics for WordPress). L’unica cosa che ho fatto è aggiungere il codice indicato sopra sui link di affiliazione.

    Cosa intendi per chiamare il codice GA? Forse sto dimenticando qualche passaggio?

    grazie in anticipo e complimenti per il blog

  21. si ma hai scaricato e caricato il file .js sul stuo sito? (quello indicato nel post)

Scrivi un Commento