Jul 06 2009

funzioni: _setVar()

autore: categoria: funzioni tag: , , ,

Mi sono accorto che pur avendone parlato più volte non ho mai scritto il post di riferimento della funzione _setVar(stringa). Questa funzione serve a scrivere un valore all’interno del cookie __utmv, e il valore è a discrezione del webmaster del sito; una volta che il contenuto del cookie è impostato, esso verrà trasmesso in tutti i successivi invii di codice a Google Analytics (ovvero ogni volta che verrà richiamata la gif trasparente), permettendo così di “taggare” il visitatore (attenzione: il visitatore e non le visite).
Un esempio tipico è quello di assegnare tramite _setVar il valore “loggato” a chi effettua il login sul sito, in modo da poter discernere la sua attività da quella di chi non l’ha fatto.

L’uso è molto semplice, si tratta di impostare la riga

trackPageview._setVar('miovalore');

in un punto qualsiasi della pagina, sull’onclick di un elemento, sull’onload del body. Ovunque insomma ci sia bisogno di impostare il cookie che da lì in poi – e per i successivi due anni – manterrà il valore, a meno che esso non sia sostituito da un’altra funzione _setVar impostata dal medesimo codice di GA (quindi le _setVar di due siti diversi non interferiscono, come è ovvio che sia). Su un blog WordPress, ad esempio, sarebbe possibile assegnare un valore corrispondente al livello dell’utente che si collega (Administrator, Editor, Contributor, ecc.).
Il famoso sistema supercookie per tracciare tutte le fonti di una conversione separa diversi valori di setvar con un segno | (pipe), e lo fa per ovviare all’unico vero grande limite di questa gestione da parte di GA: esiste un solo cookie __utmv, quindi si può attribuire un solo valore ad ogni utente; oppure si possono assegnare più valori come nel supercookie, ma essi verranno sempre riportati come aggregati (per intenderci, ogni valore è una riga del report).
La speranza di tutti noi è che un giorno Google decida di aumentare i possibili valori di questo cookie mantenendoli però separati, perché la gestione della funzione _setVar() è molto comoda.

A livello di report il valore impostato da _setVar() viene scritto nel campo “Definito dall’utente” (User Defined se usi l’interfaccia inglese) e lo si può trovare nel report omonimo all’interno del gruppo “visitatori” oppure come valore utilizzabile nel menu a tendina delle segmentazioni. Una lettura esaustiva, in inglese, sui report relativi alla segmentazione viene da morevisibility.com, da cui si evincono due informazioni interessanti:

  • nel caso in cui un utente cambi il valore di _setVar() durante una sessione di visita, GA attribuirà l’eventuale conversione al primo valore letto per quella sessione.
  • le pagine viste, al contrario, vengono tutte attribuite all’ultimo valore

Un’altra cosa su cui vale la pena di ragionare è che _setVar() rappresenta l’unico punto di ingresso in GA in cui è possibile inserire un valore arbitrario. Tutti gli altri valori infatti dipendono dall’attività di navigazione e sono dati puri o derivati da calcoli. Questo cosa significa? significa che, fatte salve le limitazioni sulla privacy imposte dai termini del servizio, dentro al cookie __utmv possiamo infilare qualsiasi cosa ci sia utile avere direttamente dentro all’interfaccia di Google Analytics affinché possa essere incrociata con gli altri dati, ad esempio i dati demografici dei visitatori da utilizzare successivamente per il bidding demografico di AdWords.

[edit: è uscito giusto in questi giorni un post sul blog ufficiale che parla dei segmenti definiti dall’utente e di _setVar()]

Condividi l'articolo:

6 Commenti

  1. Ho ricevuto una lezione fresca su questo argomento proprio venerdì scorso a Dublino alla sede di Google durante un’incontro di formazione per le agenzie. Interessantissimo!

  2. Posso usare questo metodo per tracciare anche gli autori di un sito? Mi spiego meglio , ho un sito con diversi autori, mi piacerebbe sapere dentro analytics quante visite ricevono i contenuti scritti da ogni singolo autore.

  3. questo metodo è deprecato, al suo posto puoi usate _setCustomVar, di cui ho parlato qui http://www.goanalytics.info/funzioni-_setcustomvar-e-la-fine-di-_setvar/

Trackbacks

  1. Impostare più valori nei segmenti personalizzati · Google Analytics in 30 secondi
  2. GA per webdesiger: non impazzire più dietro a Internet Explorer · Google Analytics in 30 secondi
  3. Il filtro per le variabili personalizzate? non si può fare (per ora) • Google Analytics in 30 secondi

Scrivi un Commento